Ryanair dichiara guerra ai siti di ricerca voli: cosa cambia per i viaggiatori?

 

 

Ryanair dichiara guerra ai siti di ricerca voli: cosa cambia per i viaggiatori?

Introduzione:

Oggi parliamo di una notizia che ha fatto molto rumore negli ultimi giorni: Ryanair ha deciso di ritirarsi dai siti di ricerca voli.

In questo video vi spiegherò cosa comporta questa decisione, quali sono le possibili conseguenze, quali scenari si possono prospettare e infine vi fornirò anche una semplice soluzione.

Situazione attuale:

Fino a pochi giorni fa, Ryanair era presente sui principali siti di ricerca voli. Questi siti consentono ai passeggeri di confrontare le offerte di diverse compagnie aeree e prenotare il volo più conveniente. L’articolo dice che nei seguenti siti: Booking.com, Kayak, Orbitz, Kiwi, Expedia, Trip.com, eDreams e Lastminute non è più possibile trovare più voli Ryanair, e  sembrerebbero spariti anche sul sito Panflight, un sito di cui vi ho già parlato in passato  molto bene, ma che al momento presenta questa lacuna.

https://trickytravels.it/10-metodi-per-trovare-voli-economici-spiegati-in-6-minuti/

La decisione di Ryanair di ritirarsi da questi siti ha avuto un impatto significativo sulla scelta dei voli per i viaggiatori.

Secondo le stime del corriere, il load factor, cioè il rapporto tra passeggeri trasportati e sedili disponibili è passato dal 92% al 91%, perdendo  208 mila clienti. Dal canto suo Ryanair  ricorda che a dicembre ha operato oltre 72.500 voli e ne ha dovuti cancellare oltre 900 a causa della guerra a Gaza, trasportando 12,54 milioni di passeggeri, il 9% in più rispetto allo stesso mese del 2022. La compagnia, che definisce i siti «pirata»,  nel frattempo, afferma che gli agenti di viaggio fanno pagare un prezzo eccessivo per i voli che si ripercuote sul prezzo del biglietti.

Conseguenze per i viaggiatori:

Le conseguenze di questa decisione per i viaggiatori possono essere molteplici.

Innanzitutto, la scelta dei voli sarà più complessa e meno trasparente. I viaggiatori non potranno più confrontare le offerte di diverse compagnie aeree su un unico sito, ma dovranno visitare i siti ufficiali di ciascuna compagnia.

In secondo luogo, i prezzi dei voli potrebbero aumentare.

In terzo luogo, i viaggiatori potrebbero avere difficoltà a trovare quelle combinazioni di voli tra Ryanair e altre compagnie aeree, sull’andata e ritorno, che a volte consentono di trovare la miglior tariffa.

Possibili scenari:

Ci sono diversi scenari che si possono prospettare in seguito alla decisione di Ryanair.

Un primo scenario è che altri vettori low cost seguano l’esempio di Ryanair e ritirino i propri voli dai siti di ricerca. In questo caso, la scelta dei voli per i viaggiatori sarebbe ancora più complessa e i prezzi potrebbero aumentare ulteriormente.

Un secondo scenario è che i siti di ricerca voli reagiscano alla decisione di Ryanair abbassando le proprie commissioni. In questo caso, i prezzi dei voli potrebbero rimanere invariati o addirittura diminuire.

Soluzione:

Una soluzione è utilizzare i siti di ricerca voli come Skyscanner e Google Flight,  che al momento presentano i voli Ryanair. Questi siti consentono ai viaggiatori di confrontare le offerte di diverse compagnie aeree e prenotare il volo direttamente sul sito della compagnia aerea.

Conclusione:

La decisione di Ryanair di ritirarsi dai siti di ricerca voli è un evento importante, che potrebbe avere un impatto significativo sui viaggiatori.

Al momento è difficile dire quali saranno le conseguenze a lungo termine di questa decisione. Tuttavia, è chiaro che i viaggiatori dovranno essere preparati a un cambiamento nella scelta dei voli.

Se avete domande o commenti sulla situazione, scrivetemelo nei commenti.

Grazie per aver guardato il video. Buon viaggio da Andrea!

Fonti:

https://www.corriere.it/economia/consumi/24_gennaio_05/perche-ryanair-sparita-siti-agenzie-viaggio-online-guerra-biglietti-accuse-rincari-2304faf0-ab9c-11ee-a103-112813160fba.shtml#:~:text=Nei%20primi%20giorni%20di%20dicembre,vendita%20sui%20loro%20siti%20web%C2%BB.

https://www.ilsole24ore.com/art/ryanair-messa-porta-piattaforme-ricerca-AFtbJQEC

#Ryanair, #RicercaVoli, #ViaggiLowCost, #ConfrontoVoli, #CompagnieAeree, #Skyscanner, #GoogleFlight, #SitiDiRicercaVoli, #Booking, #Expedia, #Viaggiatori, #CambiamentiNelViaggio, #PrezziVoli, #OfferteSpeciali, #TravelNews, #ViaggiTransparenti, #GuerraAiSitiDiRicerca, #RyanairNews, #SolutionsForTravelers, #AndreaViaggi

Commmenti

Nessun commento ancora. Perché non inizi tu la discussione?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *